Sono molte le informazioni false o poco esatte che si sono diffuse sul web e sui social sul coronavirus e la sua diffusione. Per fare un po’ di chiarezza, noi di Carepy abbiamo deciso di riprendere le informazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che smentiscono alcune leggende metropolitane che stanno circolando.

1. Gli asciugatori mani ad aria calda non sono sufficienti per uccidere il 2019-nCoV.
Per proteggersi dal nuovo coronavirus, bisogna lavarsi le mani frequentemente con prodotto a base di alcool o con acqua e sapone. Dopo averle pulite, si deve asciugarle accuratamente utilizzando asciugamani di carta o un asciugatore ad aria calda.

2. Non bisogna usare lampade UV per sterilizzare le mani o altre aree della pelle poiché le radiazioni UV possono causare irritazione alla pelle.

3. Gli scanner termici sono efficaci nell’identificare persone che hanno la temperatura corporea più alta del normale, la febbre, che può essere causata dell’infezione da coronavirus. Tuttavia, non sono in grado di rilevare persone infette ma che non hanno ancora la febbre. Questo perché ci vogliono dai 2 ai 10 giorni prima che le persone infette si ammalino e inizino a mostrare i primi sintomi.

4. I vaccini contro la polmonite, come il vaccino pneumococcico e il vaccino contro l’influenza Haemophilus di tipo B (Hib), non forniscono protezione contro il nuovo coronavirus. Il virus è così nuovo e diverso che avrà bisogno di un proprio vaccino. I ricercatori stanno cercando di svilupparne uno e l’OMS sta supportando i loro sforzi. Sebbene questi vaccini non siano efficaci contro 2019-nCoV, la vaccinazione contro le malattie respiratorie è altamente raccomandata per proteggere la salute.

5. Gli antibiotici non sono efficaci nella prevenzione e nel trattamento del nuovo coronavirus perché non funzionano contro i virus, ma solo contro i batteri. Il nuovo coronavirus (2019-nCoV) è un virus e, pertanto, gli antibiotici non devono essere usati come mezzo di prevenzione o trattamento. Tuttavia, se si è ricoverati in ospedale per il 2019-nCoV, si potrebbe ricevere antibiotici perché è possibile una co-infezione batterica.

6. Ad oggi, non esiste un medicinale specifico raccomandato per prevenire o curare il nuovo coronavirus (2019-nCoV). Tuttavia, le persone infette dal virus dovrebbero ricevere cure adeguate ad alleviare i sintomi e quelli con malattie gravi dovrebbero ricevere cure di supporto ottimizzate. Alcuni trattamenti specifici sono in fase di studio e saranno testati attraverso studi clinici.

7. I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi. Le persone che ricevono pacchi dalla Cina non sono a rischio di contrarre il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2), perché non è in grado di sopravvivere a lungo sulle superfici. A tutt’oggi non abbiamo alcuna evidenza che oggetti, prodotti in Cina o altrove, possano trasmettere il nuovo coronavirus.

8. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus. Al momento, non ci sono prove che animali da compagnia come cani e gatti possano essere infettati dal virus. Tuttavia, è sempre bene lavarsi le mani con acqua e sapone dopo il contatto con gli animali da compagnia.

9. L’amuchina non è l’unico prodotto disinfettante che uccide il coronavirus. I disinfettanti chimici che possono uccidere il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2) sulle superfici includono disinfettanti a base di candeggina / cloro, solventi, etanolo al 75%, acido peracetico e cloroformio. Il tuo medico e il tuo farmacista sapranno consigliarti validi prodotti per l’igiene delle mani, non necessariamente di marche attualmente inflazionate, l’importante è che la concentrazione di alcool superi il 60%.

10. Se si mostrano sintomi come febbre o tosse non bisogna recarsi dal medico ma contattare il numero verde 1500. Il periodo di incubazione del nuovo coronavirus è compreso tra 1 e 14 giorni. Se si torna da un viaggio in Cina da meno di 14 giorni, o se si è stati a contatto con persone tornate dalla Cina da meno di 14 giorni, e viene febbre, tosse, difficoltà respiratorie, dolori muscolari, stanchezza bisogna chiamare il numero verde 1500 del Ministero della Salute per avere informazioni su cosa fare. È importante indossare una mascherina e se si è a contatto con altre persone, usare fazzoletti usa e getta.

Per rimanere sempre informati sull’emergenza vi consigliamo di consultare il sito del Ministero della salute dedicato al nuovo coronavirus ed Epicentro, il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica a cura dell’Istituto superiore di sanità.

Per avere una visione più ampia di quello che accade a livello mondiale potete seguire i report dell’Organizzazione mondiale della sanità che vengono aggiornati quotidianamente con i nuovi sviluppi.

Se sei un farmacista e vuoi avere maggiori informazioni sui servizi di Carepy, contatta il tuo agente Comifar o la specialist Valore Salute. In alternativa scrivici una email a info@carepy.com e ti ricontatteremo entro 24 per mostrarti una demo gratuita. Per rimanere sempre aggiornato sulle nostre novità  seguici su Facebook , LinkedInTwitter Instagram.

WhatsApp chat