A causa del lockdown e della relativa necessità di limitare gli spostamenti, i pazienti in questi mesi hanno preferito rifornirsi di farmaci nelle farmacie di prossimità, quelle più vicino alle loro abitazioni, piuttosto che coprire una distanza maggiore per raggiungere la propria farmacia di fiducia. Inoltre, le farmacie dei centri storici e delle località turistiche, vista l’assenza dei flussi di turisti, hanno registrato dei cali notevoli nell’affluenza in farmacia e di conseguenza anche del fatturato. Problema che hanno avuto anche le farmacie situate nelle aree in cui sono presenti molti uffici o aziende.

La soluzione al problema

In questo contesto, aumenta la necessità da parte delle farmacia di creare un rapporto di fiducia con i propri pazienti che superi le attuali difficoltà e permetta di mantenere la relazione da remoto. L’obiettivo quindi è quello di riappropriarsi dell’autorevolezza sul territorio, aumentare la fidelizzazione dei pazienti e incentivarli a tornare in farmacia.

Essenziale allora avere la possibilità di analizzare i dati dei pazienti in modo completo, come per esempio sapere quanto tempo è passato dall’ultima volta che si è recato nella nostra farmacia, conoscere le terapie che sta seguendo o le sue abitudini d’acquisto sui prodotti inerenti al benessere e alla cura della persona.

Possedendo questi dati il farmacista può decidere di fornire un servizio migliore ai propri pazienti: inviando un promemoria quando sta per terminare la confezione di un farmaco o alla scadenza di esso, oppure proponendo promozioni specifiche e consigli mirati a seconda del paziente al quale ci si rivolge.

Sempre più pazienti sono digitalizzati

Personalive ed Educom hanno realizzato una ricerca su un campione di 1.000 utenti italiani rappresentativi di 41,5 milioni di italiani internet user. Dalle analisi emerge che il ruolo della farmacia come presidio sanitario sul territorio più vicino ai cittadini sarà sempre centrale come punto di riferimento per consigli sulla salute e per usufruire di servizi quali la misurazione di parametri vitali o la gestione di visite ed esami. Con la digitalizzazione e l’aumento dell’utilizzo dell’uso della ricetta elettronica, però, sarà sempre più importante attivare nuovi canali di comunicazione per dialogare con i propri pazienti.

Visite mediche prenotate su Whatsapp, teleconsulti via web, condivisione dei dati con i medici tramite app, acquisti online e consegna a domicilio di farmaci da prescrizione: la ricerca mostra che la multicanalità ha pervaso anche il mondo della salute. I cittadini sani e quelli che soffrono di patologie croniche, si stanno sempre di più abituando a informarsi e curarsi attraverso l’attivazione di molti punti di contatto diverso, oltre quelli tradizionali.

Le funzionalità di Carepy Pharma per aumentare la fidelizzazione dei pazienti

Ecco allora che davanti ai farmacisti si apre la possibilità di gestire la relazione da remoto con i propri pazienti attraverso servizi digitali, come Carepy Pharma, che permettono di aumentare i touch point in cui entrare in contatto con i propri pazienti e, in questo modo, migliorare il servizio offerto ai cittadini e favorirne la fidelizzazione.

Carepy Pharma è un servizio digitale distribuito in esclusiva da Comifar che crea una rete virtuosa tra farmacista, paziente e medico, uno strumento per semplificare la gestione delle terapie e per supportare il farmacista nella creazione di un rapporto di fiducia con il paziente, andando a migliorare l’aderenza terapeutica.

In particolare, si registra un miglioramento dell’aderenza terapeutica dei pazienti del 30%, un rapido incremento delle vendite attraverso la fidelizzazione del paziente e un aumento del transito in farmacia attraverso iniziative mirate.

Grazie a Carepy Pharma il farmacista può:

  • Attivare un profilo utente per ogni paziente con la sua storia terapeutica e gli acquisti effettuati in farmacia 

  • Visualizzare le informazioni farmacologiche per singolo paziente con alert automatici per scadenze, gli approvvigionamenti e gli appuntamenti in farmacia
  • Creare gruppi di pazienti in base a caratteristiche in comune, come l’età o la tipologia 

  • Inviare messaggi dal punto di vista informativo o commerciale, selezionando il singolo paziente o il gruppo 

ScreenCarepyPharmaFunzionalitàMessaggi

  • Stampare schemi terapeutici per i pazienti meno digitalizzati 

Contatta il tuo agente Comifar o la specialist Valore Salute per avere maggiori informazioni sui servizi di Carepy. In alternativa scrivici una email a info@carepy.com e ti ricontatteremo entro 24 per mostrarti una demo gratuita. Per rimanere sempre aggiornato sulle nostre novità  seguici su Facebook , LinkedInTwitter Instagram.

WhatsApp chat